Project Description

Il corso è rivolto a coloro che hanno assunto il ruolo di Responsabile in un team di cui prima erano membri di pari livello, colleghi in aree simili o comunque sono più giovani dei propri collaboratori.
Pur avendone le capacità, tendono ad avere un atteggiamento “passivo”: di esecutori di più alto livello, con elevato impegno e motivazione, per dimostrare la legittimazione del nuovo ruolo, ma spesso, non riescono ad ottenere lo stesso livello di performance dai propri “nuovi collaboratori”.
Il corso li supporta nel prendere nuove consapevolezze sul ruolo assunto, sia in termini di “essere capo” che di “fare il capo”.

Un corso con contenuti quantitativi volutamente ridotti in termini quantitativi, ma con un focus ben preciso sull’ambizioso obiettivo di “trasformare” i partecipanti in Capi.
Al fine di valorizzare le competenze trasversali d’aula, si suggerisce un momento di riflessione individuale, attraverso lo strumento del “leadership coaching”, un percorso di 3/5 sessioni di coaching individuale, dedicato proprio alla skill della leadership.

Il corso è sicuramente molto efficace per funzioni che hanno ancora un ruolo molto tecnico e operativo e fanno fatica a vedere la differenza fra sé e i propri collaboratori.

Contenuti

Assessment dei bisogni e dell’auto-percezione delle competenze del proprio ruolo

  • Passaggio fondamentale per capire come si percepisce il singolo e come il gruppo rispetto alle aspettative aziendali.

Diventare Capo ed Efficacia Personale

  • Definizione della consapevolezza di sé oggi rispetto a ieri: differenze, risorse, opportunità, emozioni
  • Il cambiamento di ruolo e la sua curva: dalla paura all’accettazione consapevole
  • La motivazione interna come chiave della leadership autorevole e dell’efficacia personale.
  • I valori personali: drivers dei comportamenti e creatori di pregiudizio verso l’altro.
  • Il Performance Profile: definizione condivisa delle competenze di ruolo richieste dall’azienda e autovalutazione sul livello raggiunto e su quali azioni fare per migliorarsi

Intelligenza sociale ed intelligenza emotiva

  • L’emotigramma: la rappresentazione grafica delle emozioni.
  • Le quattro componenti dell’intelligenza emotiva.
  • L’accettazione e la gestione della “pancia”.
  • Le emozioni al servizio del leader.
  • Riconoscere le emozioni degli altri è “orientarle” positivamente.

Il presidio degli obiettivi

  • Responsabilità dei risultati.
  • Crescere insieme verso la self efficacy dei collaboratori.
  • Il presidio: controllo a tappeto, a campione, a risultato
  • Il colloquio di feedback: saper gestire gli insuccessi e capitalizzare in modo positivo i successi.

Applicazione pratica

Considerato l’obiettivo del corso, la metodologia sarà quella di utilizzare il Training Coaching Lab, ovvero applicare lo strumento del coaching, estremamente potente, laboratori formativi, in cui la Trainer experience è di elevato successo e di ritorno immediato nella vita quotidiana.

L’organizzazione delle sessioni d’aula, (di 4 ore cadauna, a distanza di 2 settimana ciascuna) avvicinano la formazione al coaching e la rendono particolarmente efficace grazie anche agli “operative home work” che vengono condivisi e assegnati tra una sessione e l’altra, su aree specifiche di gestione del ruolo, quali, ad esempio:

  • Sperimentare un feedback.
  • Tenere la distanza senza allontanarsi.
  • Relazionarsi sia con il singolo che con il gruppo
  • Essere coerenti è dire ciò che si fa e fare ciò che si dice.
  • Condividere senza dover dare confidenza.
SEI INTERESSATO A QUESTO CORSO? CONTATTACI SUBITO